Nuovo studio: Il ritiro dei ghiacciai della Groenlandia orientale scopre detriti vegetali risalenti al XVI-XVII secolo

Nuovo studio: Il ritiro dei ghiacciai della Groenlandia orientale scopre detriti vegetali risalenti al XVI-XVII secolo

I muschi e i cespugli di salice scoperti, sepolti sotto gli attuali ghiacciai della Groenlandia orientale in ritirata, possono essere datati a 400-500 anni fa, il che suggerisce che quel periodo (la prima Piccola Era Glaciale) era altrettanto caldo o più caldo di oggi. È ampiamente accettato che le temperature superficiali della Groenlandia sono state di diversi gradi più calde per quasi tutti gli ultimi 8.000-10.000 anni (McFarlin et al., 2018Axford et al., 2021) e che il volume e l’estensione dei ghiacci sono stati molto più ridotti (Nielsen et al., 2018Weiser et al., 2021).

Fonte dell’immagine: Weiser et al., 2021

Ciò che forse non è ancora ampiamente accettato è la conclusione che le temperature e l’estensione dei ghiacci moderni rientrano ancora nell’ambito di una “fase fredda” dell’Olocene piuttosto che di una fase calda.

Un  nuovo studio documenta un Olocene medio e antico molto più caldo di oggi nella Groenlandia orientale, un periodo in cui le calotte polari erano “assenti” o molto meno estese di quanto non lo siano attualmente. Resti di piante sepolti sotto i ghiacciai in ritirata nella Groenlandia orientale affermano che questi luoghi non erano coperti da ghiacciai fino a 400-500 anni fa.

Ma gli autori riferiscono anche che ci sono state occasionalmente brevi “fasi fredde” durante l’Olocene, quando l’estensione del ghiacciaio della Groenlandia è avanzata ai livelli odierni.

“… La calotta glaciale della Renland ha raggiunto brevemente [ndr] estensioni durante le fasi fredde che potrebbero essere state simili a quelle odierne.”

Ciò suggerisce che anche le temperature e i volumi di ghiaccio moderni rientrano nell’intervallo di uno “stadio freddo”.

Fonte dell’immagine: Medford et al., 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »