Secondo l’ISAC CNR , il trimestre invernale, ha fatto registrare un anomalia di +0,86 °C (13° più caldo dal 1800)

Secondo l’ISAC CNR , il trimestre invernale, ha fatto registrare un anomalia di +0,86 °C (13° più caldo dal 1800)

L’Istituto di scienze dell’atmosfera e del clima (ISAC) è un istituto del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) afferente al Dipartimento Terra e Ambiente (TA), con sedi a Bologna (Direzione), Cagliari, Lecce, Padova, Roma, Torino e Lamezia Terme (CZ). Le principali tematiche di ricerca svolte dall’istituto sono:

  • Struttura e composizione dell’atmosfera terrestre.
  • Osservazioni del pianeta Terra.
  • Meteorologia e sue applicazioni.
  • Variabilità, cambiamenti e predicibilità del clima.

Il Consiglio Nazionale delle Ricerche (in sigla CNR) è il principale ente pubblico di ricerca italiano.

Sottoposto alla vigilanza del Ministero dell’università e della ricerca, ha il compito di svolgere, promuovere, diffondere, trasferire e valorizzare attività di ricerca scientifica e tecnologica nei principali settori di sviluppo delle conoscenze e delle loro applicazioni, favorendo il progresso scientifico, tecnologico, economico e sociale. Secondo la rivista scientifica Nature, nel 2018 il CNR si è classificato al decimo posto tra gli enti pubblici di ricerca più innovativi al mondo per numero di articoli scientifici pubblicati su una ottantina di riviste monitorate dalla stessa rivista.

INTRODUZIONE

Secondo i dati dell’Istituto di scienze dell’atmosfera del clima del Consiglio nazionale delle ricerche (Isac- Cnr) relativi al trimestre invernale 2022, nel periodo preso in esame, è stata registrata una temperatura media superiore di 0,49 °C  rispetto alla media di riferimento 1981/2010 classificandosi al 13 esimo posto come l inverno più caldo dal 1800 e al 211esimo posto come il più freddo dal 1800. L inverno più caldo dal 1800 è stato quello del 2007 che chiuse con una temperatura media superiore di 1.76 °C  rispetto alla media di riferimento 1981/2010, mentre quello più freddo è stato quello del 1830 che chiuse con una temperatura media inferiore di  – 5.78 °C  rispetto alla media di riferimento 1981/2010. Per quanto riguarda la temperatura massima,  l inverno 2022, ha registrato una temperatura massima superiore di 0.88 °C rispetto alla media di riferimento 1981/2010 classificandosi all 8  posto come l inverno più caldo dal 1800 per quanto riguarda la temperatura massima e al 216esimo posto come il trimestre invernale più freddo sempre per quanto riguarda la temperatura massima. Il trimestre invernale più caldo dal 1800 è stato quello del 2020 che fece registrare una temperatura massima superiore di 1.99 °C rispetto alla media di riferimento 1981/2010 , mentre il più freddo è stato quello del 1830 che fece registrare una temperatura massima inferiore di  – 6.36 °C  rispetto alla media di riferimento 1981/2010. Per quanto riguarda la temperatura minima, l inverno 2022 ha fatto registrare una temperatura minima superiore di 0,12 °C rispetto alla media di riferimento 1981/2010 classificandosi al 22esimo posto come l inverno più caldo e al 201esimo posto come il più freddo per quanto riguarda la temperatura minima dal 1800. L inverno più caldo dal 1800 per quanto riguarda la temperatura minima è stato quello del 2014 che fece registrare una temperatura minima superiore di 1.70 °C rispetto alla media di riferimento 1981/2010 mentre quello più freddo dal 1800 è stato quello del 1830  con un anomalia negativa pari a  -5.80 °C .

Anomalia = scarto in gradi °C rispetto alla media di riferimento 1981-2010.

Anomalia della temperatura media

Anomalia della temperatura massima

Anomalia della temperatura minima

https://www.isac.cnr.it/climstor/climate_news.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »