Il ghiaccio marino antartico continua a diminuire portandosi verso un nuovo minimo storico. Allo stesso tempo, il ghiaccio marino globale potrebbe aver raggiunto il suo minimo stagionale, collocandolo tra le tre estensioni di ghiaccio globali più basse mai registrate!

Il ghiaccio marino antartico continua a diminuire portandosi verso un nuovo minimo storico. Allo stesso tempo, il ghiaccio marino globale potrebbe aver raggiunto il suo minimo stagionale, collocandolo tra le tre estensioni di ghiaccio globali più basse mai registrate!

La massima estensione annuale del ghiaccio marino artico si verifica in febbraio/marzo, che è anche il momento in cui si verifica la minima estensione annuale del ghiaccio marino antartico. L’Istituto Meteorologico Norvegese utilizza i dati satellitari per tracciare e descrivere l’estensione del ghiaccio marino su base giornaliera.

Estensione minima del ghiaccio marino nell’Antartico

L’estensione del ghiaccio marino antartico è stata tra le più basse dal mese di novembre 2021 e ora il ghiaccio si sta avvicinando al minimo stagionale .

Figura 1: La mappa mostra i valori giornalieri dell’estensione del ghiaccio marino nell’emisfero meridionale. Gli anni selezionati sono l’anno corrente, più le curve di riferimento per il 2014 e il 2017, che rappresentano gli anni in cui l estensione ha raggiunto rispettivamente un livello massimo e un livello minimo mai registrato nell’Antartico. Si noti che l’anno in corso combina una linea nera e una rossa che rappresenta i metodi di recupero dei dati leggermente diversi. Il nero copre i dati dell’Interim Climate Data Record e il rosso sono i dati supplementari in tempo quasi reale. Il grigio mostra la mediana del periodo di riferimento climatico di 30 anni, 1981-2010, e le linee grigie tratteggiate segnano i valori giornalieri più alti e più bassi durante l’anno per tutto il periodo considerato, cioè 1979-2020.

La tabella sottostante mostra i 5 minimi più bassi e i 5 minimi più alti dell’estensione del ghiaccio marino registrati in Antartide, e in quale giorno si sono verificati. Quella del 2022 sarà con molta probabilità,una nuova estensione minima record per il ghiaccio marino antartico, sostituendo di fatto la minima estensione del 2017. La data e il valore minimo esatto non sono ancora stati confermati:

Estensione massima stagionale del ghiaccio marino nell’Artico

Il ghiaccio marino artico si sta avvicinando al suo massimo stagionale. Sembra raggiungere un massimo al di sotto della climatologia 1981-2010 ma nell’estremità superiore degli ultimi dieci anni caratterizzati da valori massimi bassi. La figura 2 mostra l’estensione giornaliera del ghiaccio marino per tutto l’anno, che viene aggiornata su base giornaliera.

Figura 2: La mappa mostra i valori giornalieri dell’estensione del ghiaccio marino dell’anno in corso, più le curve di riferimento per il 2012 e il 2020, che sono stati i due anni con la minore estensione di ghiaccio che sia mai stata registrata nell’Artico. Nota che l’anno in corso combina una linea nera e una rossa che rappresenta i metodi di recupero dei dati che sono leggermente diversi. Il nero copre i dati dell’Interim Climate Data Record e il rosso è il supplemento dei dati in tempo quasi reale. Il grigio mostra la mediana del periodo di riferimento climatico di 30 anni, 1981-2010, e le linee tratteggiate grigie segnano i massimi e minimi valori giornalieri registrati durante l’anno durante tutto il periodo di riferimento, 1979-2020.

La tabella sottostante mostra i precedenti 5 massimi più alti e 5 più bassi dell’estensione del ghiaccio marino registrati nell’Artico – e in quale giorno si sono verificati. Il massimo del 2022 non dovrebbe trovarsi tra questi

Stato globale del ghiaccio marino

Mentre il ghiaccio marino artico si sta avvicinando al suo massimo e quello antartico al suo minimo, il ghiaccio marino globale totale raggiunge normalmente il suo minimo stagionale a metà febbraio. Quest’anno, il ghiaccio marino globale sarà tra i tre più bassi mai registrati.

Figura 3. La mappa mostra l’estensione globale giornaliera del ghiaccio marino. Da notare che l’anno in corso combina una linea nera e una rossa che rappresenta i metodi di recupero dei dati che sono leggermente diversi. Il nero copre i dati dell’Interim Climate Data Record e il rosso sono i dati supplementari in tempo quasi reale. Il grigio mostra la mediana del periodo di riferimento climatico di 30 anni, 1981-2010, e le linee tratteggiate grigie segnano i valori giornalieri più alti e più bassi di tutto l’anno per il periodo compreso tra il 1979 e il 2020.

La tabella sottostante mostra i 5 minimi più bassi e i 5 minimi più alti dell’estensione globale del ghiaccio marino, e in quale giorno si sono verificati. Il ghiaccio marino del 2022 è tra le estensioni più basse mai registrate. La data e il valore minimo esatto non sono ancora stati confermati. Nota che le quattro estensioni di ghiaccio marino globale più alte sono avvenute tutte negli anni ’80, mentre le quattro estensioni più basse sono avvenute tutte negli ultimi 7 anni:

https://cryo.met.no/en/sea-ice

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »