Global climate report giugno 2022

Global climate report giugno 2022

Selezione delle principali anomalie ed eventi accaduti a livello globale nel mese di giugno 2022

Il National Centres for Environmental Information del NOAA calcola ogni mese l’anomalia della temperatura globale sulla base dei dati preliminari provenienti da autorevoli set di dati osservativi della temperatura di tutto il mondo. Il set di dati principale, NOAAGlobalTemp versione 5 NOAAGlobalTemp version 5, aggiornato a metà 2019, utilizza raccolte di dati complete con una maggiore copertura globale delle superfici terrestri e oceaniche (land and ocean). NOAAGlobalTempv5 è un set di dati ricostruiti, il che significa che l’intero periodo di registrazione viene ricalcolato ogni mese utilizzando nuovi dati. Sulla base di questi nuovi calcoli, i nuovi dati storici possono portare ad aggiornamenti dei valori precedentemente riportati.L’insieme di questi fattori fa sì che i calcoli effettuati in passato possano essere sostituiti da dati più recenti e possano influenzare le cifre riportate nei rapporti climatici mensili. L’ultima analisi di ricostruzione è sempre considerata la più rappresentativa e accurata del sistema climatico ed è disponibile pubblicamente attraverso Climate at a Glance.(Climate at a Glance.)

La temperatura superficiale globale nel giugno 2022 è stata la sesta più alta in 143 anni di registrazioni, 0,87°C sopra la media del XX secolo. È stato anche più freddo di 0,08°C (0,14°F) rispetto al giugno più caldo registrato nel 2019. Il giugno 2022 è stato anche il 46° giugno consecutivo e il 450° mese consecutivo con temperature almeno nominalmente superiori alla media del XX secolo.

Il mese di giugno 2022 ha visto temperature ben al di sopra della media in Nord America, Europa, Africa, Asia, Pacifico settentrionale, occidentale e sudoccidentale, Oceano Atlantico e Indiano orientale. Le temperature record di giugno sono state osservate in alcune zone della Cina, nel Pacifico settentrionale, occidentale e sudorientale, oltre che in piccole aree del Medio Oriente e dell’Africa settentrionale. Quindi, circa il 7,68% della superficie terrestre e oceanica del pianeta ha registrato una temperatura record a giugno. Si tratta della percentuale più alta per il mese di giugno dall’inizio delle registrazioni nel 1951, superando il precedente record stabilito nel 2010 (7,37%).Nel frattempo, sono state osservate temperature prossime o inferiori alla media nelle zone occidentali e meridionali del Sud America, nel Pacifico tropicale centro-meridionale, centrale e orientale, nell’Atlantico settentrionale, nella Russia occidentale, nell’Africa meridionale e nell’Australia orientale. Tuttavia, nel giugno 2022 non ci sono state aree con temperature record di giugno.

Giugno 2022 Anomalie combinate della temperatura superficiale terrestre e marina in gradi Celsius

June 2022 Blended Land and Sea Surface Temperature Anomalies in degrees Celsius

Giugno 2022 : Percentili di temperatura superficiale mista terrestre e marina

June 2022 Blended Land and Sea Surface Temperature Percentiles

Giugno segna l’inizio dell’estate meteorologica per l’emisfero settentrionale e dell’inverno per l’emisfero meridionale. Nell’emisfero settentrionale nel suo complesso, il mese di giugno è stato il quinto più caldo mai registrato. Tuttavia, nell’area terrestre dell’emisfero settentrionale, giugno è stato quasi da record, con uno scarto di temperatura di +1,56°C (+2,81°F), 0,14°C (0,25°F) in meno rispetto al record stabilito proprio l’anno scorso (2021). Nel frattempo, nell’emisfero meridionale, la deviazione della temperatura superficiale di giugno di +0,62°C (+1,12°F) ha eguagliato i record del 2009, del 2014 e del 2018 ed è stata la settima più alta mai registrata.Giugno è iniziato con temperature molto calde in gran parte dell’emisfero settentrionale. In diverse località dell’Europa, dell’Africa settentrionale e del Medio Oriente, le temperature massime (diurne) hanno superato i 35,0°C (95,0°F) e in alcuni luoghi hanno raggiunto i 50,0°C (122,0°F) durante la prima settimana del mese. La città di Isesaki, nella prefettura di Gunma, in Giappone, ha registrato una temperatura massima di 40,1°C (104,2°F) il 25 giugno 2022, un nuovo record nazionale di temperatura massima per il mese di giugno. Per la prima volta, inoltre, la temperatura massima del mese di giugno è stata di 40,0°C (104,0°F), appena 1,0°C (1,8°F) in meno rispetto al record storico di 41,1°C (106,0°F). Anche le temperature minime (notturne) sono state insolitamente calde e non hanno dato tregua, dato che in alcune località le temperature hanno superato i 25°C (77°F). Secondo l’Organizzazione Meteorologica Mondiale, le temperature minime in tutta la Scandinavia hanno superato i 30.0°C (86.0°F).

Il caldo estremo che ha interessato gran parte dell’Asia e dell’Europa per tutto il mese ha fatto sì che entrambi i continenti sperimentassero il secondo giugno più caldo mai registrato, subito dopo i record di giugno del 2012 e del 2019.

In Norvegia (Norway) , il mese di giugno è stato il decimo più caldo mai registrato, con una temperatura di 1,7°C superiore alla media. Secondo l’Istituto Meteorologico, 44 stazioni in Norvegia hanno registrato la temperatura più alta di giugno da quando esistono le registrazioni.
In Spagna (Spain’s) , la temperatura di giugno 2022 è stata di 2,0°C (3,6°F) superiore alla media 1981-2010, rendendolo il quarto giugno più caldo da quando sono iniziati i registri nazionali nel 1961. Solo i mesi di giugno del 2003, 2005 e 2017 sono stati più caldi. Dall’11 al 18 giugno la penisola e le Isole Baleari sono state calde e, secondo l’Agencia Estatal de Meteorología spagnola, si è trattato dell’ondata di calore più precoce mai registrata, eguagliando il record stabilito nel giugno 1981.
In Francia, il mese di giugno è stato il terzo più caldo dall’inizio dei registri nazionali nel 1900. Solo i mesi di giugno del 2003 e del 2017 sono stati più caldi. Secondo Météo France, sei dei 10 giugno più caldi del paese si sono verificati negli ultimi 10 anni.
In Svizzera, la temperatura mensile è stata di 2,7°C (4,9°F) superiore alla media 1991-2020 ed è stato il secondo giugno più caldo dall’inizio dei registri nazionali nel 1864. Solo il giugno 2003 è stato più caldo (+4,7°C).In Austria (Austria ) , la temperatura ha superato di 2,3°C la media 1991-2020, diventando, insieme al giugno 2017, il quarto giugno più caldo nei 256 anni di storia del paese. Cinque dei dieci giugno più caldi in Austria si sono verificati dal 2017, mentre otto dei dieci si sono verificati dal 2002.In Nord America e in Africa, giugno è stato rispettivamente il settimo e il decimo giugno più caldo mai registrato. Sebbene il Sud America abbia registrato temperature superiori alla media, il mese di giugno è stato il più freddo dal 2016. Anche in Oceania il mese di giugno è stato superiore alla media, ma non è entrato nella classifica dei 20 giugno più caldi mai registrati.L’Australia, nel suo complesso, ha registrato un giugno con temperature superiori alla media. All’inizio del mese, le temperature sono state tra 1,0°-4,0°C (1,8°-7,2°F) al di sopra della media nella regione settentrionale, con diverse località che hanno stabilito nuovi record di temperatura massima giornaliera per il mese. Da notare che Bradshaw (Territorio del Nord) ha registrato una temperatura massima di 37,8°C (100,0°F) il 5 giugno, stabilendo la seconda temperatura massima più calda di giugno in Australia e mancando di soli 0,1°C (0,2°F) il record nazionale stabilito il 7 giugno 2016. Nel frattempo, l’isola di McCluer ha stabilito un nuovo record per la temperatura minima più alta del Territorio del Nord, con una temperatura minima di 28,1°C (82,6°F). Questa è stata anche la sesta temperatura minima più alta di giugno in Australia. Il Nuovo Galles del Sud è stata l’unica regione australiana a registrare temperature di giugno inferiori alla media e ha registrato le temperature massime di giugno più fredde dal 2007.La Nuova Zelanda (New Zealand)  ha registrato una temperatura di giugno di 9,9°C (49,8°F), superiore di 1,3°C (2,3°F) alla media 1981-2010 e l’ottavo giugno più caldo dall’inizio delle misurazioni nazionali nel 1909.

Graduatorie e record di giugno

Di seguito il grafico relativo all altezze del geopotenziale e relative anomalie riscontrate a livello globale nel mese di giugno 2022
L’altezza di geopotenziale  indica a quale altezza si trova un determinato valore di pressione atmosferica, che nella mappa mostrata riguarda la pressione a 500 hPa o millibar.  Tale grafico si riferisce ad una superficie in quota, posta  a circa 5.500 metri.Le linee che uniscono punti di uguale valore di geopotenziale, dette isoipse, possono assumere la forma di “promontori”  e di “saccature” : i “promontori” sono aree di alta pressione, mentre le “saccature” sono aree di bassa pressione.Le anomalie della pressione riscontrate a 500 hpa tendono ad essere  ben correlate con le temperature presenti sulla superficie terrestre.

Fonte articolo : https://www.ncei.noaa.gov/access/monitoring/monthly-report/global/202206

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »