Disponibili i dati copernicus ECMWF relativi al mese di maggio 2022, il quale è stato il quinto maggio più caldo mai registrato

Disponibili i dati copernicus ECMWF relativi al mese di maggio 2022, il quale è stato il quinto maggio più caldo mai registrato

A livello globale, il mese di maggio è stato il quinto più caldo mai registrato, insieme a quello del 2018 e del 2021. Nell’Europa sud-occidentale, le temperature sono state ben al di sopra della media, unite a un’ondata di caldo che ha permesso di infrangere diversi record nazionali e locali per quanto riguarda le massime e le minime giornaliere. Le temperature sono state ben al di sopra della media anche in una fascia che si estende dalla Siberia occidentale attraverso l’Asia centrale fino all’India settentrionale e al Pakistan, passando per il Corno d’Africa, gli Stati Uniti e il Messico meridionali e l’Antartide. Le temperature inferiori alla media hanno prevalso nell’estremo est dell’Europa, in gran parte del Sud America e in alcune zone dell’Artico e del Canada occidentale.Per quanto riguarda l’Europa considerata nel suo insieme, le temperature primaverili si sono attestate appena al di sotto della media 1991-2020, con grandi differenze a livello regionale: In alcune parti dell’Europa occidentale le temperature sono state ben al di sopra della media, mentre nelle zone centrali e orientali sono state inferiori alla media. In Pakistan e nell’India nordoccidentale, situate in una più ampia regione caratterizzata da un caldo insolito, la stagione è stata caratterizzata da prolungate ondate di calore e da temperature medie record sia per quanto riguarda le massime che le minime.

Anomalia della temperatura superficiale dell’aria per il mese di maggio 2022 rispetto alla media di maggio per il periodo 1991-2020. Fonte dei dati: ERA5. Credito: Copernicus Climate Change Service/ECMWF.

Sul continente europeo, le temperature registrate nel mese di maggio 2022 si sono differenziate in modo considerevole rispetto ai valori medi del periodo 1991-2020. Valori estremamente elevati sono stati registrati nella parte sud-occidentale del continente, sotto l’influenza di venti provenienti dal Sahara in grado di provocare temperature superiori alla media nella parte occidentale. In Francia si è registrato il maggio più caldo mai registrato dal 1900, con numerosi record locali battuti.https://meteofrance.com/actualites-et-dossiers/actualites/previsions/lete-avant-lheure In Spagna, la città di Jaén https://www.bbc.co.uk/news/world-europe-61533719 ha registrato sia la giornata di maggio più calda di sempre sia la temperatura minima giornaliera più alta mai registrata a maggio nella Spagna continentale https://aemetblog.es/2022/05/24/la-llegada-de-los-habituales-30/ . Il Portogallo è stato colpito da un’ondata di calore nella prima metà del mese https://www.ipma.pt/pt/media/noticias/news.detail.jspf=/pt/media/noticias/textos/Onda_Calor_maio2022.html e da una notte eccezionalmente calda nella seconda parte del mese https://www.ipma.pt/pt/media/noticias/news.detail.jspf=/pt/media/noticias/textos/Heatburst_Beja_maio_2022.html . Il Regno Unito https://www.metoffice.gov.uk/about-us/press-office/news/weather-and-climate/2022/warm-may-continues-the-theme-of-spring ha registrato una temperatura media meno estrema, la quinta più alta mai registrata per maggio, in compenso ha registrato la temperatura minima giornaliera media più alta del mese, associata a una copertura nuvolosa superiore alla media. Al contrario, le temperature sono state molto più basse della media in una regione comprendente l’estremo est dell’Europa e parti dell’Asia occidentale, dove i venti prevalentemente da nord-ovest hanno rappresentato una situazione anomala per il mese di maggio.Le maggiori anomalie si sono verificate nelle regioni polari. Le temperature sono state più alte della media nella Siberia nord-occidentale e orientale, in parte dei Nunavit e dei Territori del Nord-Ovest del Canada e in gran parte dell’Antartide, in particolare sulla banchisa di Ross. Le temperature reali sono state insolitamente alte in diverse regioni dei tropici settentrionali e degli extratropici, con nuovi record locali di temperatura massima e siccità in alcune zone https://climate.copernicus.eu/precipitation-relative-humidity-and-soil-moisture-may-2022 . Oltre all’Europa sud-occidentale, queste regioni comprendono il Marocco https://www.moroccoworldnews.com/2022/05/348817/four-day-heatwave-to-hit-several-provinces-across-morocco e le regioni confinanti, il Sudan meridionale, l’Etiopia e la Somalia https://news.un.org/en/story/2022/05/1118252 , il Pakistan https://nwfc.pmd.gov.pk/new/press-releases.php e i Paesi a nord e nord-est, nonché il Texas https://edition.cnn.com/2022/05/05/weather/historic-heat-wave-texas-forecast-weekend-weather/index.html e le zone limitrofe del Nord America. Anche alcune parti dell’Australia settentrionale http://www.bom.gov.au/clim_data/IDCKGC1AR0/202205.summary.shtml hanno registrato temperature massime giornaliere da record.

Il mese di maggio 2022 è stato più freddo della media 1991-2020 sul Canada occidentale e nord-orientale, sulla Groenlandia e su gran parte del Mar Glaciale Artico, e su molte altre regioni terrestri, tra cui parti dell’Africa settentrionale e meridionale, dell’Asia meridionale e orientale, gran parte del Sud America e parti dell’Australia meridionale e dell’Antartide orientale.

Le temperature dell’aria sono state sostanzialmente superiori alla media in diverse aree dei principali bacini oceanici, in particolare nelle regioni orientali del Pacifico settentrionale e meridionale, intorno al Giappone, tra l’Australia e la Nuova Zelanda e lungo gran parte della costa dell’Antartide. Nel Pacifico orientale tropicale e subtropicale meridionale si sono registrate temperature della superficie marina inferiori alla media, indicative del persistere di condizioni di La Niña https://www.cpc.ncep.noaa.gov/products/analysis_monitoring/enso_advisory/ensodisc.shtml . Il clima è stato particolarmente fresco al largo delle coste dell’Ecuador e del Perù.

Di seguito viene mostrata la mappa indicante le anomalie mensili della temperatura superficiale dell’aria a livello globale ed europeo relative al periodo 1991-2020, da gennaio 1979 a maggio 2022. Le barre di colore più scuro indicano i valori di maggio. Fonte dei dati: ERA5. Credito: Copernicus Climate Change Service/ECMWF.

Ricapitolando, il mese di maggio 2022 è stato a livello globale:

0,26°C più caldo della media 1991-2020 per il mese di maggio
è stato il quinto maggio più caldo mai registrato, insieme al 2018 e al 2021
0,2°C più freddo del maggio più caldo, ossia quello del 2020 e più freddo dei mesi di maggio del 2016, 2017 e 2019.

Le anomalie della temperatura media europea sono in genere più grandi e più variabili di quelle globali. La temperatura media europea del maggio 2022 è stata di circa 0,29°C superiore alla media 1991-2020. Il mese è stato più freddo di 1,8°C rispetto al maggio più caldo, che si è verificato nel 2018.

Ondata di caldo nel sud ovest del continente europeo nel mese di maggio

Di seguito le Medie delle anomalie giornaliere di temperatura superficiale massima e minima dell’aria per l’Europa sud-occidentale per i mesi di maggio dal 1979 al 2022, relativamente al periodo 1991-2020. Fonte dei dati: ERA5. Credito: Copernicus Climate Change Service/ECMWF.

Come già descritto nel testo principale, gran parte dell’Europa sud-occidentale è stata colpita da un’ondata di caldo precoce e prolungata durante il mese di maggio 2022, con molti record locali di temperature massime e minime giornaliere superati in tutta la regione. Le serie temporali delle temperature medie giornaliere massime e minime per il mese di maggio dal 1979 al 2022 sono riportate nella figura sopra a proposito dell’Europa sud-occidentale, e indicano che la temperatura media giornaliera massima è stata la più alta mai registrata nel 2022, prima del 2015, del 2017 e del 2020. Anche la temperatura minima media giornaliera è stata insolitamente alta nel 2022, al pari dei precedenti valori record registrati nel 2020 e nel 1999.

Le temperature medie mensili, che sono l’obiettivo principale di questo bollettino, sono i valori medi per tutte le ore del giorno. I valori sono inclusi nei dati scaricabili. La media giornaliera è solitamente ben approssimata dalla media delle temperature massime e minime giornaliere.

Le temperature ERA5 nei quattro quadranti dell’Europa sono monitorate regolarmente dal Copernicus Climate Service e le serie temporali delle medie quadrimestrali sono riportate insieme alle corrispondenti serie temporali di altre variabili nel bollettino idrologico mensile. Il quadrante sud-occidentale è definito come l’area delimitata dalle longitudini 25° O e 15° E e dalle latitudini 34° N e 45° N.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »