Buona giornata   a tutti . Di seguito l aggiornamento relativo all estensione della banchisa artica. Dati e grafici  gentilmente concessi dal Japan Aerospace Exploration Agency (JAXA)

https://ads.nipr.ac.jp/vishop/#/extent/&time=2020-03-08%2000:00:00

05/01/2021 :  12,328,458 km2  ,  + 87,151 km2  rispetto alla precedente estensione

06/01/2021 : 12,389,015 km2 ,  + 60,557 km2 rispetto alla precedente estensione

07/01/2021 : 12,457,073 km2 ,  + 68,058 km2 rispetto alla precedente estensione

 

  • 2018( 12,208,279 km2)-248,794    km2 rispetto al 2021
  • 2017(12,336,453 km2)-120,620      km2 rispetto al 2021
  • 2021(12,457,073 km2
  • 2016(12,508,001 km2)+50,928      km2 rispetto al 2021
  • 2014(12,562,469 km2) +105,396   km2 rispetto al 2021
  • 2015(12,582,720 km2 ) +125,647  km2 rispetto al 2021
  • media anni 2010 (12,590,353 km2)+ 133,280   km2 rispetto al 2021
  • 2011(12,595,426 km2)+138,353    km2 rispetto al 2021
  • 2020(12,658,673 km2)+201,600    km2 rispetto al 2021
  • 2013(12,664,391 km2)+207,318    km2 rispetto al 2021
  • 2019(12,711,284 km2)+254,211    km2 rispetto al 2021
  • 2006(12,793,118 km2)+ 336,045   km2 rispetto al 2021
  • 2010(12,837,291 km2)+ 380,218   km2 rispetto al 2021
  • 2005(12,876,476 km2)+ 419,403   km2 rispetto al 2021
  • 2007(12,876,798 km2)+ 419,725   km2 rispetto al 2021
  • 2012(12,897,220 km2)+ 440,147   km2 rispetto al 2021

media anni 2000(13,166,041 km2) 708,968          km2 rispetto al 2021 

media anni 1990(13,722,489 km2)1,265,416       km2 rispetto al 2021  

media anni 1980(14,165,180 km2)+1,708,107      km2 rispetto al 2021

Spessore volume del ghiaccio marino artico nel giorno: 07/01/2021

La copertura del ghiaccio marino artico cresce per tutto il periodo  invernale, prima di raggiungere il suo apice nel mese di marzo. Lo scioglimento aumenta durante la primavera, quando aumenta la radiazione solare, e a settembre l’estensione della copertura di ghiaccio è generalmente solo un terzo circa del suo massimo invernale.

Differenze possono verificarsi in termini di posizione del bordo del ghiaccio nelle due mappe “Estensione del ghiaccio marino” e “Spessore e volume del ghiaccio marino”, poiché i calcoli del modello non sempre corrispondono esattamente alla registrazione dell’estensione del ghiaccio da parte dei sensori satellitari.

Le concentrazioni di ghiaccio si basano su dati satellitari e provengono dal progetto Ocean and Sea Ice Satellite Application Facility (OSISAF).Lo spessore del ghiaccio rappresentato nel grafico viene calcolato con il modello HYCOM-CICE della DMI . Il modello calcola vari valori oceanografici, tra cui il ghiaccio marino, in una griglia con celle di 10 x 10 km quadrati. Il modello utilizza i dati meteorologici dell’ECMWF (European Centre for Medium-Range Weather Forecasts). In ogni cella della griglia il ghiaccio è classificato in 5 categorie di spessore, con spessore, concentrazione, movimento e bilancio termico del ghiaccio calcolati per ogni categoria. La mappa dello spessore del ghiaccio mostra lo spessore medio del ghiaccio in ogni cella della griglia. Il grafico a destra mostra la variazione annuale del volume del ghiaccio marino nell’emisfero settentrionale, ad esclusione del Mar Baltico e del Pacifico. Il volume del ghiaccio è calcolato sulla base degli spessori ricavati dal modello HYCOM-CICE. In ogni cella della griglia il volume è calcolato come spessore moltiplicato per la concentrazione e per l’area, con il contributo di tutte le celle della griglia al volume totale. La banda grigia intorno al valore medio climatologico corrisponde a più/meno una deviazione standard basata sulla media decennale 2004-2013.

http://polarportal.dk/en/sea-ice-and-icebergs/sea-ice-thickness-and-volume/

Rispetto ai giorni scorsi, si è registrato un aumento dell estensione nell artico centrale , mentrte una diminuzione si è registrata nel mare di kara(Il mare di Kara (in russo: Карское море? Karskoje More) è una porzione meridionale del mar Glaciale Artico compresa tra il 60º e il 90º meridiano est.)

Il mare è delimitato a sud dalla costa siberiana; a est dalle isole della Severnaja Zemlja e dalla penisola del Tajmyr; a nord è delimitato dalla linea ideale che va da capo Artico sulla punta settrionale dell’isola Komsomolec a capo Kol’zat sull’isola di Graham Bell (Terra di Francesco Giuseppe); ed a ovest dalla linea ideale da capo Kol’zat a capo Želanija (isola Severnyj) e dalle coste orientali della Novaja Zemlja. Tramite lo stretto di Kara il mare comunica a ovest con il mare di Barents. Ad est dell’arcipelago Severnaja Zemlja si estende il mare di Laptev.

Il mare di Kara si stende per circa 1.500 km di lunghezza e per circa 800 km di ampiezza coprendo una superficie di circa 880.000 km² e ha un volume d’acqua di 112.000 km³; ha una profondità media di 127 metri, raggiunge una massima di 620 m nella depressione di Sant’Anna (Святой Анны жёлоб), a sud- est della Terra di Francesco Giuseppe (80°26′00″N 71°18′00″E) e 420 m nella depressione Voronin (lungo la costa orientale della Novaja Zemlja).

Le principali insenature della costa siberiana sono: la baia della Bajdarata, il golfo dell’Ob’, il golfo dello Enisej e il golfo della Pjasina. Vi sono molte isole concentrate soprattutto nella parte orientale: isolotti di Minin, arcipelago di Nordenskiöld; nella parte centrale si trovano le isole dell’Istituto Artico, le Izvestija CIK, le isole di Sergej Kirov, l’isola della Solitudine, l’isola di Vize, quella di Ušakov e di Schmidt. Il mare di Kara riceve le acque dei fiumi Ob’, Jenisei, Pjasina, Tajmyra, Kara, Pur e Taz.

È ricoperto da ghiaccio per la maggior parte dell’anno ad eccezione di poche settimane in estate quando è possibile la navigazione. I porti principali sono Dikson e Novyj Port.

 

https://sites.google.com/site/arcticseaicegraphs/regional

La perdita di estensione è ascrivibile ai forti venti che hanno interessato l area nei giorni scorsi.

http://osisaf.met.no/p/ice/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »